La roncola č nata in Trentino

La roncola č nata in Trentino

Un reperto dell’etą del bronzo esposto nelle sale della mostra CI VUOLE UN FIORE al Museo di Scienze e Archeologia di Rovereto

Pubblicato il: 08-01-2020

Tra le sale della mostra “Ci vuole un fiore”, al Museo di Scienze e Archeologia di Rovereto, sono molte le curiosità da scoprire e gli oggetti che raccontano storie interessanti e particolari.

Tra questi, anche anche alcuni reperti archeologici che attestano l’uso antropico degli ecosistemi e l'intensa frequentazione umana del territorio roveretano e della Vallagarina in generale fra la fine dell’età del Bronzo e l’inizio dell’età del Ferro, presenza che ha modellato anche il paesaggio vegetale.


Tra i preziosi manufatti in esposizione, una bellissima roncola in bronzo perfettamente conservata rinvenuta in Costa Violina, dono del concittadino Alberto Miorandi alla Fondazione Museo Civico di Rovereto.
 

"Si tratta di una roncola in bronzo finemente decorata e in ottimo stato di conservazione”
commenta l’archeologo della Fondazione Museo Civico Maurizio Battisti,
“databile tra la fine del II e l'inizio del I millennio a.C, trovata in Costa Violina e probabilmente deposta in origine nei pressi di una sorgente a scopo rituale. Questa tipologia di strumento sembra sia stata inventata proprio nella nostra regione circa 3200 anni fa e poi diffusa in quelle limitrofe".

"È un altro tassello importante per ricostruire il passato più antico della Città della Quercia, una  conferma del valore per la collettività dei doni dei privati".

 

La mostra è aperta dal martedì a domenica dalle 10 alle 18.
Sono disponibili visite guidate su prenotazione comprese nel biglietto di ingresso alla mostra, ogni domenica alle ore 16.

il calendario delle iniziative connesse alla mostra "Ci vuole un fiore" è disponibile sul sito cliccando QUI.

roncola

 

 

 
Scroll to Top