Ricerca in Etologia e Cognizione animale

Ricerca in Etologia e Cognizione animale

Laboratorio di Etologia, ecologia ed evoluzione- EEELab

Il comportamento animale può essere considerato il livello più complesso e maggiormente integrato delle funzioni di un organismo: consente lo spostamento all'interno degli habitat e l'interazione tanto con conspecifici quanto con individui di altre specie ed è pertanto all'origine di importanti pressioni selettive di tipo evolutivo che interessano l'organismo vivente ad ogni livello.

La cognizione animale (o etologia cognitiva) si interessa dello studio della percezione e dell'elaborazione delle informazioni da parte di specie animali non umane e della loro interazione con l'ambiente circostante. Essa vuole pertanto capire come funzionano i cervelli degli animali e quali siano le caratteristiche dei "mondi soggettivi" che vengono creati da questo stessi cervelli, diversi da specie a specie.

Lo studio delle abilità cognitive di base delle specie animali è importante anche per capire l'origine storico-evolutiva di simili abilità cognitive nell'essere umano (ad es., l'origine delle abilità matematiche).

La Fondazione Museo Civico di Rovereto ha stretto una intensa collaborazione con il Laboratorio di Cognizione animale e Neuroscienze comparate del Centro Interdipartimentale Mente e Cervello - Università di Trento, una collaborazione che vede coinvolti negli studi di ricerca negli spazi del Museo sia tirocinanti dell'università che stagisti delle scuole secondarie.
Questa partnership di articola su due livelli:

1. Ricerca

Filoni di ricerca attualmente attivi presso gli spazi del Museo:
• Studio delle abilità proto-matematiche nei pesci, nei rettili e negli anfibi in condizioni di laboratorio e semi-naturalistiche;
• Studio della "cognizione sociale" (social cognition) in specie animali non sociali (rettili e anfibi);
• Studio della lateralizzazione comportamentale e funzionale nei pesci, nei rettili e negli anfibi;
• Studio dell'effetto adattivo indotto dall'apparato visivo di predatori su piante caratterizzate da mimetismo criptico (Lithops spp.)

2. Didattica

Scuole:
• L'elaborazione di innovative strategie didattiche per la trasmissione di insegnamenti che si riferiscono alle neuroscienze e più in generale al funzionamento del cervello nell'essere umano e nelle altre specie animali;
• Attraverso la strutturazione di laboratori didattici ad hoc, il fornire agli studenti di ogni ordine e grado gli strumenti per la comprensione dei fondamentali concetti che si riferiscono alla teoria dell'evoluzione e ai meccanismi di adattamento degli organismi al loro ambiente;
• La possibilità di stage formativi nell'ambito dei progetti di alternanza scuola/lavoro.

Università:
• La delineazione di laboratori didattici al Museo che affiancano e completano alcuni corsi della facoltà di Psicologia e Scienze cognitive.

 
Scroll to Top