Sperimentarea al Bosco della Cittą

Sperimentarea al Bosco della Città di Rovereto

Una cittadella per la ricerca scientifica e la didattica

Sperimentarea è una vera cittadella per la ricerca scientifica e la didattica, con spazi outdoor e indoor dedicati all'archeologia sperimentale e alle attività naturalistiche, presso il Bosco della Città di Rovereto, in un'area pubblica di 11.000 mq a poca distanza dal centro cittadino, parte del SIC (Sito di interesse comunitario) del Monte Ghello, istituito nel 2003. 
Si tratta di una struttura unica, dove si sviluppa appieno la filosofia del Museo della Città della Quercia, che accanto alle collezioni, agli oggetti, ai dati raccolti meticolosamente, affianca la sperimentazione, la ricerca, il pensiero
In questa ampia zona recuperata alla scienza, sono disponibili attività inedite, uniche in Italia, aperte sia al mondo della scuola e della formazione che a quello della ricerca in ambito industriale e professionale.
A Sperimentarea ci si può avvicinare alle conoscenze botaniche e zoologiche. Oltre alle osservazioni tradizionali si effettuano ricerche ed esperienze nelle quali si utilizzano la robotica e le nuove tecnologie per meglio conoscere la Natura.
L'attività didattica "Il Giardino di Darwin" permette di scoprire, all'aperto e con esemplari vivi, i meccanismi naturali evolutivi e genetici alla base della moderna Biologia.

Apiario
L'apiario presente a Sperimentarea, utilizzato anche per attività didattiche che consentono di osservare dal vivo la biologia e le attività dei suoi componenti, è attualmente oggetto di uno studio etologico e cognitivo in collaborazione col CIMeC Università degli Studi di Trento, sull'apprendimento di grammatiche elementari da parte delle api. 

Area testuggini
Esemplari di testuggini sono custoditi a sperimentarea in recinti all'aperto. Questi animali molto antichi e protetti sono attualmente oggetto di indagini di ricerca che, svolti in collaborazione con ricercatori del CIMeC - Università di Trento, mirano a svelare i loro comportamenti e abilità cognitive sconosciuti alla scienza.

 Forse non sai che... 
Le testuggini del genere Trachemys sono specie esotiche invasive di cui per legge è obbligatorio denunciare il possesso, come indicato espressamente in areeprotette.provincia.tn.it. Se non te la senti più di mantenere in casa questi animali, lì trovi tutte le informazioni per consegnarli al Servizio Sviluppo sostenibile e Aree protette della Provincia Autonoma di Trento, che provvederà a sua volta all'affidamento a idonea struttura. 
La Fondazione Museo Civico di Rovereto può accogliere le tartarughe di terra, ma non quelle di acqua, che comunque restano le più diffuse tra i privati. Il loro abbandono, oltre ad essere illegale, può creare un pericoloso disequilibrio nell'ecosistema. 

La serra delle piante-sasso
Parte del percorso didattico "Il Giardino di Darwin", la serra delle piante-sasso ospita una collezione di alcune delle specie vegetali più curiose al mondo, provenienti dai deserti sudafricani. Le forme, la struttura e i colori di questi organismi viventi straordinariamente adattati agli ambienti aridi sono una perfetta testimonianza dell’opera della selezione naturale descritta dal grande naturalista inglese.

Area test di Geofisica
Un'importante zona di Sperimentarea è dedicata a un'Area Test per i metodi geofisici, dove sono sepolti diversi 'bersagli' costituiti da materiali diversi, muri a secco e strutture di consistenza differente. In parole semplici, si ha la possibilità di testare metodi che, senza scavare, e quindi in modo poco invasivo e non distruttivo per l'ambiente, danno la possibilità di capire cosa si trova nel sottosuolo. Ciò è di enorme interesse sia in ambito archeologico, per esempio per capire cosa ci si può aspettare di trovare in preparazione di uno scavo, ma anche per chi deve gestire e tutelare il territorio: non a caso da anni il Museo Civico utilizza questi metodi per monitorare, ad esempio, gli argini del fiume Adige.
In più a Sperimentarea si possono testare metodi di fotografia aerea a bassa quota con aquiloni e dirigibili per la ricerca e la documentazione, già sperimentati con successo in due spedizioni del museo in Patagonia con la scoperta di importanti resti di dinosauri.

Scavo archeologico simulato
Nella cittadella scientifica non mancano diverse simulazioni di scavo archeologico e la possibilità di eseguire numerose attività di archeologia sperimentale.

--------------

Sperimentarea al Bosco della Città
Via Vallunga I
38068 Rovereto TN

 
Scroll to Top